La Carta Dedicata a Te e l’Assegno di Inclusione sono cumulabili? La risposta è sorprendente

Uno dei dubbi più frequenti tra i percettori della Social card riguarda il diritto a percepire l’Assegno di Inclusione e il Supporto per la Formazione e il Lavoro. Ecco la verità.

Il Governo ha prorogato la validità della Carta Dedicata a Te e ne ha innalzato l’importo a 500 euro. Si tratta del beneficio riservato alle famiglie composte da almeno tre membri e che hanno un ISEE non superiore a 15 mila euro.

carta dedicata a te
Il Ministro dell’Agricoltura, Francesco Lollobrigida – Foto Twitter @Il Fatto Quotidiano (tsetv.it)

Fino allo scorso anno, uno dei requisiti per usufruire del sussidio era nessuno dei componenti della famiglia beneficiaria dovesse percepire il Reddito di Cittadinanza. Dopo l’abolizione di quest’ultima misura e la sostituzione con l’Assegno di Inclusione e il Supporto per la Formazione e il Lavoro, molti si chiedono se tali due benefici siano compatibili o meno con la Carta Dedicata a Te.

Al riguardo, non ci sono informazioni certe ma il Ministro dell’Agricoltura, Francesco Lollobrigida, ha fatto delle precisazioni molto importanti, che fanno chiarezza sulla possibilità che la Carta Dedicata a Te venga riconosciuta anche ai titolari di Assegno di Inclusione. Vediamo cosa ha dichiarato.

Carta Dedicata a Te e Assegno di Inclusione: tutto quello che c’è da sapere

Dal 1° gennaio 2024, il Reddito di Cittadinanza non esiste più. Al suo posto, sono stati introdotti l’Assegno di Inclusione e il Supporto per la Formazione e il Lavoro. Il Ministro Lollobrigida ha, recentemente, precisato che la percezione di queste due misure precludono l’accesso alla Carta Dedicata a Te del valore di 500 euro.

carta dedicata a te e assegno di inclusione
La Carta Dedicata a Te può essere erogata insieme all’Assegno di Inclusione? (tsetv.it)

Il sussidio, dunque, non spetta a chi già beneficia di altri strumenti di sostegno, come l’Assegno di Inclusione, la NASpI, l’indennità di mobilità, i Fondi di solidarietà per l’integrazione del reddito, la Cassa Integrazione Guadagni e tutte le altre misure statali di integrazione salariale per la disoccupazione involontaria.

I percettori di Assegno di Inclusione e di Supporto per la Formazione e il Lavoro, però, possono richiedere un’altra social card, la cd. Carta Acquisti, del valore di 40 euro al mese. Al pari della Carta Dedicata a Te, anche tale sussidio può essere usato per acquistare i beni di prima necessità presso i negozi alimentari e le farmacie oppure per pagare le bollette delle utenze domestiche.

Le condizioni di accesso, tuttavia, sono completamente differenti. La Carta Acquisti è riconosciuta alle famiglie composte da almeno un membro minore di 3 anni oppure over 65 e con un ISEE fino a 8.052,75 euro. Spetta, inoltre, anche a chi già percepisce altre misure di sostegno al reddito.

Impostazioni privacy